SOLSTIZIO D'ESTATE 2024

Created with Sketch.

In questi giorni si celebra la Luce: sono i giorni più lunghi dell' anno in cui celebrare la prosperità, l'abbondanza, la fertilità.

Li abbiamo trascorsi a Giazza, sulle montagne veronesi, circondati da una foresta antica.

Sabato abbiamo fatto un viaggio fuori e dentro di noi attraverso gli elementi: Acqua, Aria, Fuoco e Terra.

Domenica, una volta placata la tempesta e la pioggia abbiamo assistito alla Festa del Fuoco organizzata ormai da oltre 20 anni nella piazza del paese.

Dobbiamo ammettere, a nostro avviso, che più che una festa è una rappresentazione teatrale in cui si mette  in scena la vittoria del Bene sul Male. Non siamo tanto d'accordo con questa interpretazione dei rituali del Solstizio d'estate  perché come la Natura insegna, c'è una ciclicità anche tra Luce e Buio, Buio inteso non come "male" ma come tempo del riposo.

Ora invece è tempo di abbondanza, di raccolto, di fiori, di frutti, di verdure buone e gustose.

La luce nella rappresentazione della Natura è il Sole che con la sua forza e il suo vigore porta tutti noi a spingerci al massimo delle nostre potenzialità, a buttare giù le barriere, a oltrepassare i confini e i limiti.

Quindi forza! È tempo di far splendere il sole dentro di voi!

TUSCANY TRAIL: gli animali che ci hanno accompagnato in questo tour

Created with Sketch.

Eh già.. a volte la vita fa male quando punge come la vespa con i suoi improvvisi cambi di scena, quando ti catapulta in un corpo che non sembra più tuo e ti chiede di inventarti di nuovo.
Quanto fa male sentire il dolore nelle gambe e nelle braccia su quelle salite, sui tratti duri…. Ma a volte il dolore viene da dentro. Quasi ti viene voglia di mollare.
Ma non si può mollare il gioco della Vita.
Allora fermati, osserva e aspetta (Ippocampo) .
Ci sarà un' altra prospettiva, un' altra possibilità. Le turbolenze, si sa, poi passano.
Ed eccola la discesa… il vento ti accarezza il viso e asciuga le lacrime. 
Apri le braccia all' esistenza. Il sorriso torna ad aprirsi. Vola leggero e apri le ali della colomba che porta la pace. La pace è qui, in questo giorno, nell' adesso.
È una forza che si genera da dentro, non solo fisico, non solo muscoli e sudore. È la forza della Vita.
Ci saranno ancora le lunghe salite ad aspettarti. La vespa pungerà ancora.
Ma hai dentro la consapevolezza che gli amici ci sono, che il dolore si affronta insieme.
Saprai meditare e fare una pausa (orso bruno ) e potrai con la dovuta calma, studiare la strategia. Arriverà il tempo di agire e lo Spirito sarà con te, con voi.
Non è più come prima, non sarà più come prima, ma lo Spirito del Vombato e questo viaggio insegnano che puoi stare davvero bene e sentirti davvero a casa solo quando stai bene con te stesso e con la tua autenticità.
Sei un pezzo del puzzle del gioco della Vita, così come sei.
Non ci resta che fare come la lucertola e farsi baciare dal Sole. Il sole è vita, il sole è Luce. 
La luce entra in te e ti fa fantasticare e immaginare quello che ancora non c'è.
Con la tua forza d’animo, crea il mondo sognandolo.

ADUNATA degli ALPINI con il MOVING

Created with Sketch.

Che cosa abbiamo imparato in questi giorni con gli Alpini?
Premessa: Angelo ci ha contattato già nel 2023 per chiederci la disponibilità del Moving (il nostro camperone 12 posti letto) per la 95a Adunata del Alpini a Vicenza.
Fissate le date e via! 

In questi giorni veniamo catapultati in una realtà a noi poco conosciuta, con diversità di approccio all'evento molto diversificata:
c'è chi viene qui per ritrovare vecchi amici e compagni di avventure e chi viene solo a bere e a trasformarsi in veri e propri mostri pieni di alcol.

Siamo capitati nel gruppo perfetto, che ci ha insegnato tanto del Corpo degli Alpini, che ci ha descritto aneddoti, storie di vita, fatiche e dolori. Ci ha coinvolto nella marcia, nelle cene condivise, nel raccontarci un po' di storia... Quella non scritta.

Siamo grati di questa esperienza e di aver incontrato persone così rispettose e tranquille.

Alzando lo sguardo verso l'alto durante l'alza bandiera abbiamo guardato il drappo di stoffa sventolare e innalzare i colori della patria.... Quanta importanza aveva questo simbolo nella storia passata e nei tempi di guerra?!?!. Per noi, che di simboli parliamo, studiamo e che cerchiamo di interpretare, sappiamo bene quanta forza può dare al popolo semplicemente mostrare con onore e devozione quel simbolo.

Oggi personalmente, per noi, il simbolo della bandiera non ha alcun valore... Non ci sentiamo minimamente riconosciuti, non ne sentiamo la forza né l'importanza.. anzi l'associamo purtroppo a una politica corrotta, disonesta e falsa. 
Eppure l'Italia ha molto da offrire, sia come Terra che come Genti.
Alziamo lo sguardo in alto anche noi, e guardiamo a quei valori che, un giorno, torneranno a fare parte del nostro quotidiano, quando saremo di nuovo pronti a combattere per la verità e per la libertà, senza usare le armi.

ASSISI con il MOVING, aprile 2024

Created with Sketch.

 La Via di Francesco: si conclude ad Assisi il nostro viaggio francescano alla ricerca di un po' di spiritualità e di sana e allegra condivisione.
Crediamo fermamente che i Cammini aiutano a trovare la via, equilibrio, risposte ai dubbi e donano spensieratezza. Se poi si condivide con persone eterogenee c'è sempre tanto da imparare.

L'arrivo alla Basilica di San Francesco è suggestivo.. è una meta sulla quale ricadono molte aspettative...
La folla accalcata nella piazza, in coda all' ingresso e in tutte le viuzze gremite di souvenir in plastica o industriali non aiutano a farci entrare nel giusto stato meditativo ed evocativo che anelavamo.

Noi decidiamo di rinviare alle prime ore del giorno la nostra visita, in uno stato di silenzio e di ascolto che ci permette di entrare un pochino di più in relazione con il luogo.

Rimane comunque il fatto, a nostro avviso, che di sacro rimane ben poco quando ciò che appare non è altro che sontuosità, dimensioni sempre più grandi, apparenza e un costruire una Chiesa sopra quell' altra per onorare un Santo che predicava la povertà e la rinuncia alla materia.
Ne concludiamo che il sacro non va ricercato nel fuori, nel ciò che viene visto, da ciò che viene mostrato... Ma il Sacro è una continua ricerca dentro sé stessi che si fa sempre più piccola, sempre più impercettibile, sempre più profonda. E forse verrà trovato nei luoghi molto più silenziosi, sconosciuti e non contemplati che hanno preceduto l'arrivo alla città...
In quei passi che hanno reso questo cammino un viaggio interiore.3112519:15




WESAK 2024

Created with Sketch.

 Wesak o Vesak, rituale buddista che viene celebrato nel plenilunio nel segno del Toro.
Si uniscono i Grandi Maestri nella Valle del Monte Kailash nella regione autonoma del Tibet a portare le loro benedizioni sulla Terra.

E' luce, è vibrazione, è connessione.
Non avviene sui piani fisici e terreni, ma nei piani sottili della percezione.
È un' intenzione che parte dal cuore  per diffondere amore e pace negli animi di chi è oppresso dalle forze oscure che nutrono le Menti e abbassano le energie creative luminose.

Non importa in cosa credete.
Non importa chi è il vostro dio.
È tempo di unirsi nel mare della Vita e stringersi le mani scegliendo di vivere in risonanza l'uno con l'altro.
È tempo di chiudere gli occhi della Mente e iniziare a vedere con gli occhi del Cuore.
È tempo di cogliere la magia delle piccole cose e gioire.

Silenziosamente, lasciate esplodere la gratitudine di ciò che c'è.

Questa sera la candela accesa aiuta a ricordarci che apparteniamo al Tutto e che il Grande Cosmo può toccare il Micro cosmo interiore come una piccola scintilla accende una fiamma allontanandoci dal buio.

Vibrate il Mantra..
guru guru whae guru guru ram das guru
Le vibrazioni del Cuore danzeranno questa notte . 

PASQUA 2024

Created with Sketch.

Prima di imparare a rinascere, occorre imparare a morire, imparare a sciogliere la pesantezza degli strati di personalità che abbiamo cucito addosso, 
imparare a sgretolare ogni convinzione, ogni illusione, ogni drammatica consuetudine.

Bisogna ritrovare la dignità di saper lasciare ciò che questa vita impedisce di esprimere pienamente e ritrovarsi a sognare e progettare ciò che ancora non esiste.
Saper uscire dalla scena di questa esistenza senza trasformarla in tragedia.
Saper cadere nell' oltre dove tutto ha inizio e ritrovare quel piglio, quel brio, quell' attimo in cui senti che la tua vita è nella tua incontrollabile purezza dell esserci.
Morire per togliere, per il non avere. 
Morire per mostrare il vuoto dell' involucro e mettersi totalmente, completamente nella nudità del cuore.

Allora si che potremo rinascere. 
Allora si che potremo nuovamente, vuoti e spogli, tornare a vivere nel percorso dell' anima.

IL MIO INCONTRO CON IL LUPO: 

tra esperienza e simbolismo

Created with Sketch.

Riecheggia nel silenzio mattutino di fine estate il vento sottile che taglia l’aria che si fa pesante.. Qualcosa di insolito sta per apparire.

E’ una sensazione di lieve presenza che raramente entra nel campo.

La salita è quasi terminata. Si scruta la vetta che porta con se l’aria di montagna.. e di meta.

Alcuni camosci nella vallata si muovono rapidamente.

Non sono stata io a spaventarli, ma piuttosto una vibrazione di presenza.

La sguardo dell’occhio guarda le vette lontano, non molto attento a ciò che sta più vicino, ma piuttosto distratto da un senso di vuoto e di orizzonte offuscato.

Eppure è proprio nelle vicinanze che la sensazione di non essere soli si fa passo.

L’occhio scruta un animale.. Sembra un cane, ma poi nell’osservazione attenta si fa lucidamente chiarezza: è il lupo, il temutissimo lupo.

Eppure è un animale cosi saggio, cosi schivo.. Fedele a se stesso. 

 

Le dimensioni di un animale selvatico con questa fama sono molto più grandi delle dimensioni reali.

Il Lupo arriva e ammaglia più con il suo portamento e il suo vibrare.

Il passo è elegante. La sua presenza silenziosa. 

Il suo dominare non passa molto lontano da me. Riesco a scorgere le sue possenti zampe, il muso prepotentemente forte, la mascella che stretta si fa serrata.

Rallenta. Io mi fermo. Immobilizzata da una rara natura che si palesa.

Mi sento fortunata e in un certo senso prescelta.

La sua direzione è chiara e precisa.. il suo andare e finalizzato alla caccia dei camosci che ne frattempo, intrisi di paura, corrono nella ghiaione di rocce … 

Lui il lupo lievemente toglie lo sguardo dalla sua meta, che non è la cima ma il cibo della sera.

Solo lo sguardo per un istante incrocia il mio come per sincerarsi di non avere di fronte un pericolo… sembrava non guardasse il mio volto ma guardasse dritto dentro il mio cuore a cercare il battito … e la verità.

 Poi procede … rapido svanisce negli anfratti di roccia, oltre il sentiero umano.

Incontrerò di nuovo il lupo, il giorno dopo… tra una fitta nebbia che oscura la vista… nei sentieri meno battuti del comprensorio del Carrega.. dove l’uomo in qualche modo, in quel strano giorno di meteo incerto, difficilmente avrebbe fatto la sua apparizione.

La lupa e i suoi cuccioli non poteva immaginare che tre uomini si addentrassero nelle cime in quelle condizioni.. C’è molta saggezza in questi profondi conoscitori del mondo.

L’abbiamo certamente colta di sorpresa insieme ai suoi figli giocare tra i mughi in un territorio a lei famigliare.

Quando la nebbia si è diradata per lasciare spazio alla vista di espandersi, lei ha percepito la nostra chiara presenza. E’ stato un attimo.. Il tempo di radunare velocemente la sue piccole creature e immergersi nei mughi fitti delle cime arbustive della montagna.

Nessuna traccia, nessun muovere di rami, nessun rumore… Spariti. Nel silenzio più totale.

Torna la nebbia a coprire ogni cosa. Torna la nebbia a rinchiuderci in noi stessi e a contemplare l’apparizione, la presenza di questi animali selvatici che dominano, nutrono, collaborano al ecosistema Vita che dimora la Terra.

Che messaggio portava a me queste visioni? Due apparizioni, uno dopo l’altra, di un animale non cosi frequente da avvistare.. migliaia di persone vanno in montagna e non hai mai visto il lupo.

A questi interrogativi La distrazione dell’uomo che superficialmente affronta la vita, ci troverà facili risposte… fortuna, sono troppi, sono pericolosi.

Per quanto mi riguarda ha suscitato in me altre questioni: mi obbliga a fermarmi sul cio che c’è dentro, sui passi del cammino che si sta intraprendendo, obbliga un respiro profondo, un’analisi, un ascolto interiore che porta con sé lucidità e messaggi.

Osservare la vita che si manifesta con altra vita.. E meravigliarsi della sincronicità e della magia che interseca l’esistenza è un compito che spetta a chi sa cogliere lo spirito che soffia dentro ogni essere che vibra.

CI SPOSIAMO perchè INSIEME SIAMO UNO

Created with Sketch.

Nei giorni di IMBOLC, io mi unisco a te…

Nei giorni della Luce. Io sono con te.

Che possano accendersi molte candele quando arriveranno i giorni di buio

Saremo sorretti l’un l’altro come l’edera che si appoggia al suo albero. Cercheremo quel varco, quel sostegno a cui aggrapparci per andare verso l’alto, dove le anime possono elevarsi al di là della Terra.

Troveremo sempre il modo di essere complici al di là della quotidianità che solca la vita, troveremo sempre quello stimolo per co-creare e posare lo sguardo nella stessa direzione.

L’impegno è nella forza del 4, questa energia che abbiamo scelto per diventare promessa, che abbiamo scelto per renderla sacra.

Il numero del cuore. Il numero del servizio. 

Possano le nostre menti, i nostri pensieri trovare la via del giusto che si cela nascosta tra due strade che si intersecano.

Abbracciamoci forte come il legno che ci ricorda di poggiare sulla stabilità dell’esistenza e troviamo il nostro equilibrio.

Resta per sempre il mio guru, il mio maestro zen capace di leggere i messaggi tra i Mondi.

Resterò la tua musa ispiratrice per infonderti il coraggio di esprimere la tua natura profonda.

Che possa esserci sempre uno sguardo che volge al futuro.

Cammineremo insieme mano nella mano perché insieme siamo uno.

PLUTONE in ACQUARIO: quanta energia potente

Created with Sketch.

I buoni propositi del nuovo anno sono già svaniti?

Siamo ripiombati nella nostra quotidianità e nella nostra routine e abbiamo dimenticato che c'è una parte di noi, profonda e oscura, che non ci piace che ci eravamo promessi di affrontare e risolvere?

Nessun problema!!!

Ci pensa il transito di Plutone in Acquario a ricordarcelo e a farci ricadere nelle basse vibrazioni.

Voglio invece pensare che sia una soglia, sicuramente non facile da superare, ma che ci proietterà in un Nuovo Mondo, in armonia con il Pianeta e con le Energie Sottili.

Siamo tutti chiamati a fare il passo consapevole, saggio e responsabile verso una nuova Umanità.

Nei prossimi giorni celebreremo Imbolc, la festa celtica che io personalmente associo ai germogli che nella scura terra sono pronti ad emergere.

Non siamo forse tutti piccoli semi che potenzialmente diventeranno Foresta?

la via del Sole non è poi così difficile da trovare.... Dimora nel cuore.

Esploriamo, cadiamo, sbagliamo, riemergiamo, rinasciamo... migliori di prima.

Il video è disponibile anche su YouTube

https://youtu.be/oljHQTko8A0?feature=shared

2024: l'anno che verrà

Created with Sketch.

Anno 8.. Anno 6
manca solo un anno alla fine della chiusura del ciclo evolutivo di 9 anni iniziato nel 2017 e che culminerà nel 2025, quindi nei 12 mesi di questo 2024 raccoglierai il raccolto dei tuoi atti degli ultimi anni (KARMA), sarà un anno in cui saremo messi alla prova per vedere se abbiamo imparato nelle sfide precedenti.

*A che cosa non rinuncio?

*In che trappola cado ancora?

L'8 è l’anno del maestro SATURNO, Signore del karma, Signore della Soglia, il giudice interiore, il Dio del Tempo che governa le relazioni fra passato, presente e futuro.

SATURNO sarà in Pesci fino al 2026 e ci chiede di scegliere quali emozioni vogliamo vivere o rivivere. Ci chiede di togliere gli strati. Togliere le ferite represse emozionali che abbiamo sommerso e di fidarci di quello che sentiamo.

Saturno è anche STRUTTURA, quindi il mettere in pratica le strategie giuste per realizzare i sogni, costruendo attivamente il mio cammino e la mia strada.
8 è il numero dell'INFINITO che si collega al FINITO, lo Spirito che si collega alla MATERIA. È il numero del costruttore e anche del distruttore che purifica e rinnova. (COSTRUTTORE DISTRUTTORE), stabilità nel mondo materiale e nel mondo spirituale. (EQUILIBRIO), la pienezza del cuore e il vuoto della mente.

Ci insegna ad essere al centro dei due cerchi, nel punto in cui si incontrano le linee che lo disegnano. Ci insegna a dedicare il giusto tempo alle relazioni, al lavoro, a se stessi. Ci insegna a stare nel cuore, nel tempio dell'anima.

Archetipo del 8 è il Sovrano che rappresenta il potere temporale ma anche il riparo, la protezione, la lungimiranza. E’ chi si mette al servizio con umiltà e che non porta separazione tra Materia e Spirito.
GIOVE, Archetipo della saggezza interiore, dell'espansione e della crescita, sarà in TORO nei primi mesi dell'anno e ci chiede di mettere radici, di stabilizzare i nostri valori, di essere e di avere punti di riferimento ben saldi. Passa in Gemelli (comunità, amicizie, collaborazioni)  il 26 maggio e diventa uno spartiacque.. ci sarà un prima e un dopo. Nervi ben saldi perché sarà congiunto a URANO ( pianeta delle ribellioni e rivoluzioni) e tutto verrà amplificato.
*Mi sento in grado di andare dove prima non ho osato andare?
Se ci spostiamo dal nostro centro, ovvero ci faremo coinvolgere dagli eventi, allora cominceremo a girare all’infinito nell’instabilità del moto circolare.
*riusciamo a stare nel centro?
Adesso è proprio il caso di farcela,  viceversa arriveranno delle prove (SATURNO) per farci comprendere qual è il punto dove stare e consapevolizzare il nostro potere, che è dentro ognuno di noi (RESPONSABILITA' MATURITA')

Nel centro saremo nel nostro posto di POTERE e potremo sentire e agire, oppure non agire, (SCELTA) a seconda di ciò che accade. Sentirci di nuovo padroni della nostra vita senza condizionamenti per diventare più liberi e autentici.

Plutone (l'inconscio, l'ombra, la parte più sconosciuta di noi)  entra in Acquario fino a settembre, poi farà altri due mesi nel Capricorno per chiudere definitivamente le porte e fare pace con il vecchio.

E’ il futuro che determina, che crea il nostro presente,
*Quanti di noi sono in grado di sapere cosa vogliono?
Sarà il nostro inconscio a prendere il sopravvento, la parte più vera di noi che si manifesterò, che noi ne siamo coscienti o meno.

Visualizziamoci quindi nel centro dell’8 e osserviamo con DISTACCO

Ciò richiede di liberarsi dagli attaccamenti, dal falso senso di sicurezza, dalle aspettative, dalle speranze, dai pregiudizi, dalle opinioni altrui. Cioè, lasciate che queste cose muoiano, insieme all'identità temporanea che le tiene al loro posto.

Mantenere il cuore pulito, fare pace con chi deve essere perdonato, chiediamo scusa e accorgiamoci di quanto siamo anche noi responsabili degli sbagli, dei litigi, degli errori.
 
8 è anche ELEVAZIONE (passare a un ottava superiore), abbondanza, realizzazione dei progetti, successo, indipendenza. (AUTONOMIA – ARMONIA)

8 è anche ENERGIA, in forme sottili come il prana e la compassione. 

CORPO PRANICO:  nella saggezza spirituale è anche la rete di 72.000 Nadi attraverso le quali fluisce la nostra forza vitale .Si tratta di una rete altamente sensibile di linee energetiche con innumerevoli intersezioni di connessione; come i punti meridiani.

L’altra numero che deriva dal 2024 è il 6
Ascolto, sentire, intuire, percepire, comprendere, presagire, riconoscere, saper vedere oltre l’apparenza di ciò che accade, dissolvere i veli di Maya. Arriveranno informazioni e sincronicità in aiuto.

Libertà e responsabilità, ma anche GIUSTIZIA – GIUSTO. 

Affrontare le proprie ingiustizie prima di affrontare l'ingiustizia nel mondo.

Affrontare il conflitto interiore in modo da poter affrontare il conflitto nel mondo.

Smettiamo di giudicare noi stessi e gli altri e di essere contro qualcuno o qualcosa. 

 

6  è associato alla nostra INTUIZIONE, al nostro lobo frontale, alla neocorteccia, alla ghiandola pituitaria.
E' il 6° senso, il nostro 3° occhio, la capacità di pre-sentire.
Si sviluppa attraverso una lunga e profonda pratica di meditazione che aiuta a trasformare la paura in vigilanza, il panico in presenza, l'ansia in attenzione.

L'acuta  CHIAREZZA del risveglio del 6 può rendere trasparente la proiezione dell'ego.
Vedere l'invisibile, conoscere l'ignoto, ascoltare l'inascoltato.

C'è un'intelligenza molto più grande del web. E’ quella che precede il PENSIERO.


Infine manteniamo la nostra NEUTRALITA’

Non permettiamo alle energie negative (ira, rabbia, lotta, conflitto) di abitare dentro di noi o di passare attraverso di noi con la parola..
La migliore focalizzazione della FIDUCIA è verso la propria anima.

Rendere sacro ogni nostro impegno (NETTUNO in pesci)
Abbiate gratitudine per la vostra stessa esistenza. Porterà prosperità.

Clicca qui per accedere al video Youtube 

YULE: SOLSTIZIO D'INVERNO

Created with Sketch.

Formula un proposito, un’intenzione e ripetila dentro di te per tre volte in modo chiaro e preciso. Questo proposito diventa il seme del 2024. Abbine cura nel tuo cuore e abbi fiducia della Vita.

Mi deposito sul fondo di me stesso

Mi adagio, nessuna resistenza, semplicemente cado

Cado come foglie secche che scendono molto lentamente

Verso il calmo fondo dello stagno

Laggiù tutto si muove adagio o è fermo

Non c’è nulla intorno a me che si muove, che corre, che sbatte.

Ci sono io…. E le foglie

Raggi di sole filtrano nell’acqua

Attraversano gli stradi di fluido con la loro luce soffusa ma penetrante

E’ una spada brillante che colpisce l’oscuro mondo dello stagno

E’ una luce che porta con sé  un pulviscolo chiaro di stelle fin giù, nel fondo

Attraverso le palpebre chiuse posso vedere la luce

Posso percepire anche una sorta di torpore, di carezza calda e accogliente che mi sfiora

Mi deposito sul fondo di me stesso

Qui, in questa immobilità distesa mi sento completamente attaccata alla terra, unita a lei, un tutt’uno con lei

Ascolto… cos’ha da dirmi?

Sento … posso sentire che mi tiene? Che mi protegge? Che mi nutre?

Vedo… da laggiù riesco a scorgere ogni cosa, i contorni, le presenze, il profilo delle credenze

I miei sensi sono svegli e in pace

Quasi non distinguo dove termina il mio corpo e inizia la terra

La lentezza è accesa di presenza

Ho tra le mani il mio seme. Lo custodisco, lo creo, lo dono. 

Dono il seme alla Terra.

La Luce delicatamente penetra tra le tenebre o lo illumina.  

Chiudo gli occhi

Profondamente mi deposito nel fondo di me stesso 

dove il seme germoglierà.

Scritto da Sandra Dal Santo
Ispirazione al testo di P.Foschi nel libro "Respiro del Mondo"


2KIAKKIERE1SORRISO: a favore dei ragazzi con lo spettro dell'autismo

Created with Sketch.

Chi di voi può definirsi autentico? 

Chi di voi si sente unico, inimitabile, prezioso? 

Siamo cosi presi della vita che ci travolge con le sue problematiche, le sue incomprensioni, i suoi disordini e mai una volta che ci fermiamo e ci diamo una pacca sulla spalla per dirci “sono stata brava/o” 

Davvero è scontato essere bravi? Bravi quando la vita ci ha messo su dei binari con una direzione diversa da ciò che avremmo voluto? 

Quanto dura è dare a noi stessi e ai nostri ragazzi la capacità, la tranquillità, la percezione di essere VIVI e UNICI! 

Cerchiamo in tutti i modi di rendere la vita “normale” ma invece il viaggio della vita, con i nostri ragazzi, diventa speciale. 

Diventa una vita in cui si impara a comunicare con i gesti, con gli occhi, con i sorrisi e con le urla. 

Una vita in cui vengono affinate le capacità di andare oltre l’apparenza, oltre il conosciuto…. E ci viene chiesto di sperimentare lo sconosciuto., l’incompreso, l’ignoto. 

Pensate davvero che sia scontato? Che siano tutti capaci? 

Dedicheremo tutta la vita a dare un senso a un’esistenza fuori dal comune, fuori dallo scontato, dal prevedibile. 

State, stiamo, dando vita a qualcosa che non esiste, che non è catalogato, che non è ordinario. 

State, stiamo, mettendo in piedi progetti, incontri, laboratori che hanno lo scopo di fare in modo che i nostri ragazzi possano sentirsi il pezzo di puzzle che manca nel grande disegno dell’esistenza… ma allo stesso tempo, rendiamo le nostre vite cariche di esperienze che colgono l’essenza della vita, che non si arrendono alle prime difficoltà, che accettano, con il cuore in mano, di essere straordinari. 

E allora diamoci questa pacca sulla spalla. Siete, siamo… tutti speciali. 

Scritto da Sandra Dal Santo, in occasione del pranzo Natale 2023

Visitate il loro sito Home | Duechiacchiere (duechiacchiereunsorriso.com) per tutte le informazioni e per sostenere i loro progetti


SAMHAIN: CAPODANNO CELTICO -31.10.23

Created with Sketch.

SAMHAIN e l’inizio, l’inizio dell’anno. 

I Santi Scendono sulla terra. Gli Spiriti sono tra noi. 

E’ la celebrazione di chi non cammina più tra le strade, in mezzo alla gente, 

Eppure ne sentiamo la presenza. 

E’ una presenza viva perché è in noi, nei nostri gesti, nella smorfia del labbro, nei valori condivisi.  

Siamo qui in questa notte a onorare l’amore per gli antenati, a chi c’è stato e ha lasciato questo piano. 

Siamo semi caduti dall’albero della famiglia. Quella antica. Anche quella che non abbiamo conosciuto qui, in questo tempo, ma che nutre il nostro karma, la nostra Essenza 

Apparteniamo a una storia. La nostra storia. E Da quella storia abbiamo raccolto la vita. Il seme si e fatto germoglio. Abbiamo succhiato la linfa, abbiamo raccolto il nettare e ne siamo il frutto. 

Questa linfa è dentro di noi. Questo sangue scorre in noi. Viene da molto lontano. Si mescola, si mischia, si rinforza. E’ sangue fatto di ispirazione, di spinta vitale, di talenti, di sogni che si realizzano. 

 

Questa notte torniamo a sentire quella presenza sottile in noi e con gioia e gratitudine possiamo riconoscere quanto tutto sia connesso. 

Potete vedere il fiore nei campi quando è ormai sfiorito? 

Potete raccoglierlo, sentirlo al tatto? 

No, eppure ne sentite ancora il profumo. 

 

Ecco quindi il profumo degli spiriti in questa notte in cui i veli si assottigliano, in cui i mondi possono parlarsi.  In questi giorni le soglie si possono varcare.. gli spiriti si mettono in marcia, i mondi si confondono, spiriti e umani si frequentano 

E’ l’oscura notte del caos, in cui ebbe origine la creazione 

La magia non potrà mai manifestarsi a chi ne nega l’esistenza. 

 

I fantasmi hanno le sembianze della paura e del dolore che non si risolve, che continua a pulsare. 

Allora questa notte ha il compito di addolcire, di accettare un contatto fra dimensioni diverse e accorgersi di quanto è rimasto in noi di chi ora non c’è più 

 

Viene calata la scala d’argento che conduce le anime de defunti verso l’Origine affinché possano reincarnarsi. Quella scala scende dal cielo, attraverso le 7 Stelle delle Pleiadi, le 7 Colombe. Possiamo vederle alzarsi in volo a avvicinarsi alla terra 

Ecco il tempo, ecco la notte che viene a Bruciare il dolore e accendere il ricordo. 

 

Nel fuoco sacro che accendiamo per i vivi e per i morti bruciamo la tristezza e bruciamo le lacrime, lasciamole evaporare per stare leggeri, di nuovo grati, di nuovo in gioia. 

Ogni giorno nasce dalla sua notte 

Prepariamoci a YULE il natale, all’amore che libera l’anima alla luce che torna 

Solo con la fine può esserci un nuovo inizio. 

Facciamo silenzio affinché la vita possa compiersi di nuovo. 

EQUINOZIO D'AUTUNNO

Created with Sketch.

Prima di dare, occorre aver ricevuto.
Prima di costruire, occorre essere costruiti.
Prima di saper amare di Amore, occorre aver invocato e riconosciuto la presenza dell'amore in sè.
Chi mai può offrire qualcosa senza averlo prima assimilato?
Anche il più saggio fra i saggi deve concedersi il tempo di colmarsi.

Abbiamo ringraziato per l'abbondanza e per i doni e i frutti della Terra.
Ci apprestiamo a calarci nell'ormbra della nostro profondo sè, per i prossimi mesi invernali, in attesa di ritrovare le forze per far germogliare i semi.

NATUR&YOGA 2023

Created with Sketch.

NATUR&YOGA 2023, il festival che ci ha visti organizzatori insieme a tanti altri operatori olistici in Valpolicella, ci nutre sempre di buone energie e buoni propositi per i mesi a venire.

Il mondo dello yoga e dell' olismo in generale sta cambiando rapidamente.

Siamo innondati di proposte e corsi per accrescere la nostra consapevolezza del proprio Sé. Da una parte questo è bene. Molte anime sentono il bisogno di essere maggiormente presenti a loro stessi.

Quindi, auguriamo a tutti di trovare dei buoni maestri, capaci di trasmettere conoscenza attraverso varie pratiche e, al contempo, che siano in continua evoluzione con voi.

Vi auguriamo di appoggiarvi a persone che possano elevarvi nel cammino della vita senza che vi sia presunzione di essere già al top.

Vi auguriamo di sviluppare le percezioni sottili affinché possiate riconoscere chi lavora in questo ambito con l'umiltà del servitore distinguendoli da coloro che pretendono soldi, popolarità e business attraverso la fragilità degli individui.

Noi nel nostro piccolo, con il progetto OMeasy , cerchiamo di mantenere la nostra #anima risvegliata e di addentrarci sempre di più nel misticismo e nella magia della vita insieme a tutti quelli che sentono i propri passi accanto ai nostri.

MERANO - RESIA con il MOVING: agosto 2023

Created with Sketch.

4 giorni nella Val Venosta tra Merano, Resia e mele... Tante tante mele!

Day 1: a Merano cerchiamo un posto dove poter parcheggiare... E vi assicuro che non è facile... Tra divieti di vario genere o prezzi assurdi per l'area sosta camper.
Alla fine ci azzardiamo a parcheggiare alla stazione secondaria dei treni di Merano... Siamo tra 3 o 4 camper stanziali di persone che hanno scelto di vivere così.
Il parcheggio è molto grande e vuoto. La notte passa tranquilla.

Day 2: arrivo del gruppo che percorrerà i primi 30km per raggiungere Kräuterschlössl un'azienda agricola biologica che da ospitalità ai camper a Coldrano.
Un oasi di paradiso. Un luogo molto tranquillo dove trascorrere una bella serata di chiacchiere.

Day 3: arriviamo a Resia e il cielo minaccia pioggia.
Ci fermiamo nell'area sosta a Nord del Lago ... È a pagamento ma il prezzo giornaliero non è eccessivo e chiedono un fisso al di là del numero di persone che dormono in camper.
Ci sentiamo più tranquilli a sostare qui piuttosto che in strada... Questo ci permette di aprire la tenda e di ripararci dalla pioggia.
Il gruppo arriverà dopo i 50 km tutti in salita belli stanchi, ma il freschino dei 13 gradi è stato molto apprezzato considerando i 35 gradi che ci aspettano al Merano il giorno dopo

Day 4: Merano, stesso posto dell'andata. Buona la prima.
Rimane un luogo poco frequentato e tranquillo per una notte... Ci godiamo il leggero venticello della sera ma il caldo si fa sentire tutta la notte.... 
Impagabile la colazione sul marciapiede il giorno dopo .. ma con il Movinghotel è così: imprevedibile e bisogna adattarsi a tutto.

Il rientro a casa sarà piuttosto lungo, causa traffico intensissimo.   Ma siamo proprio soddisfatti anche di questo tour e di questo gruppo!


Festival delle Cose Belle 2023

Created with Sketch.

Il Festival ci ha sorpreso, ci ha emozionato, ci ha riempito il cuore di speranza
Centinaia di corpi, di occhi, di sguardi, di sapori si sono incontrati qui.
Per giocare
Per sperimentare
Per trovare la via
Per ritrovarsi
ùPer incontrarsi di nuovo
Noi con loro... Con le lezioni di yoga, il tamburo sciamanico, la natura selvaggia, il mettersi in gioco .
Le persone che vibrano le nostre frequenze ci sono. Basta cercarle. Sono giovani, sono pulsanti, stanno trovando il varco per farci evolvere
Grazie di cuore a AWARE - Bellezza Resistente per questo invito e per averci dato la possibilità di vivere tutto questo
Andate a visitare il sito www.festivaldellecosebelle.it e non perdete l'occasione di partecipare l'anno prossimo.


Cammino dei BORGHI SILENTI: agosto 2023

Created with Sketch.

I borghi si fanno silenti nella misura in cui ad ogni passo si entra nella profondità dell'animo.

Non è un silenzio di assenza, ma un silenzio di presenza.

Le voci delle risa, gli  incontri, il confronto echeggiano nei cuori di chi ci ha accompagnato in questo viaggio 

Ognuno si perderà nella sua quotidianità ora, ma resterà un'esperienza a cui agganciarsi ogni volta che si cercherà la tranquillità e la serenità.

Sono 5 le tappe che permettono di godersi a pieno queste aree silenziose dell'Umbria.
1° Day: Baschi - Tenaglie
2° Day: Tenaglie - Melezzole
3° Day: Melezzole - Morre
4° Day: Morre - Cittadella del Lago
5° Day: Cittadella - Baschi

Nelle carte e nelle rune alla domanda 

"cosa ci insegna questo Cammino?"

 la risposta è stata:

 Il Cigno: immergiti nella profondità

 Othla : la runa del clan, del proprio ruolo nella società, del tempio 

MOVING: 

il camion albergo che nei suoi viaggi fa scoprire l'anima

Created with Sketch.

Non potevamo trovare più belle per descrivere il nostro progetto.
La giornalista Petronio Angiola del corriere della Sera ci h dedicato un bellssimo articolo pubblicato il 18 luglio che racconta di noi.

Inizia cosi..
"Questa è una storia. Anzi, sono storie.
E' la storia di una famiglia. E' la storia di infiniti luoghi... Ma è anche le tante storie che attorno a quel camion si sono intessute e dipanate."
L'articolo continua..
Conclude descrivendo bene il nostro intento
" Per noi l'importante è stare a contatto con la natura e generare delle relazioni, un modo per stare insieme, dando vita a un'esperienza. La cosa più bella è incontrare altre persone, condividere.. Un'altro viaggio, quello dell'anima"

Per leggere l'intero articolo clicca qui 

KUNDALINI YOGA FEST:  2-3-4 giugno 2023

Created with Sketch.

Si sono appena conclusi i tre giorni di YOga Kundalini a Verona che ci ha visto coinvolti non solo mettendo a disposizione il Movinghotel, ma anche con il cuore. 
Condividiamo qui le parole piene di gratitudine per quello che è stato vissuto.
 

Il VARCO è stato attraversato.

I mantra, le vibrazioni, le meditazioni hanno risuonato nella cornice di Villa Buri in questi tre giorni intensi di Festival dedicato al 

Kundalini Yoga.

Qui la Sangaat c'è stata e ha portato con sé abbracci, lacrime, strette di mano, sorrisi.

Ci si è uniti così come insegna lo yoga.

Abbiamo trovato lo spazio e il tempo per creare l'armonia a cui tutti noi aneliamo.

Se c'era un blocco, è stato trovato il varco per andare oltre.

Lasceremo decantare tutto questo innondando tutti i presenti dei più cari e calorosi ringraziamenti. Tutto questo è stato possibile grazie alla partecipazione di tutti.

Ci auguriamo che tutto quello che è stato insegnato, condiviso, compreso qui, in questi tre giorni, possa accompagnarvi nei prossimi passi di consapevolezza e essere divulgatato in tutto ciò che ci circonda.

Che il Sole ci illumini sempre...

Nel Sat Nàm 

Cammino di Santiago con il MOVING: maggio 2023

Created with Sketch.

"Dopo che abbiamo varcato la soglia, è  la natura stessa dell'Infinito a porre un progetto davanti a te." Carlos Castaneda
Campostela significa campo di stelle e la Via Lattea rappresenta il rispecchiamento cosmico del cammino verso Santiago
Il Cammino ti obbliga a scrollarti di dosso i pesi... Che tu lo faccia a piedi, in bici, a cavallo, col Moving non importa.
Riflessioni si susseguono. Il paesaggio intorno chiama a non rimanere in superficie ma ti costringe a scendere nella profondità dell'animo. 
A Finisterre (Fine della Terra) abbiamo guardato il mare con lo stesso fascino con cui si guarda all'oltre senza sapere cosa c'è al di là della soglia.
Chi viaggia con i piedi è un mercante.
Chi cammina con gli occhi è un sapiente.
chi avanza con il cuore, pur spostandosi con i piedi e con gli occhi aperti è un pellegrino. 

VESAK: plenilunio nella costellazione del Toro.

Created with Sketch.

5 maggio: un faro alto nel Cielo punta la sua luce verso le oscurità profonde della coscienza per trovare il coraggio di cambiare ciò che deve essere trasformato.

Vesak , ricorrenza annuale buddista, non a caso viene celebrata la notte del plenilunio nella costellazione del Toro.

La Grande Rinuncia del Buddha di varcare la soglia della beatitudine ci ricorda che l'Amore e la Compassione universale per tutto ciò che ha Vita sulla Terra (uomini, animali, vegetali) sono la chiave per la manifestazione del divino su questo piano terrestre.

Se potete, pregate, meditate, recitate mantra. Saranno giorni in cui le vibrazioni entreranno nel profondo del cuore per ricordarci che siamo anche Spirito ..

"Dal punto di Luce entro la Mente di Dio

Affluisca luce nelle menti degli uomini.

Scenda Luce sulla Terra...." 

LA VIBRAZIONE SFOCIA NEL CUORE: 

racconto scritto da Sandra Dal Santo

Created with Sketch.

 

Ti ho conosciuto poco tempo fa, in età adulta. Eppure esisti da sempre, da quando ho messo piede sulla terra appartieni al mio mondo. Stranamente non mi sono accorta della tua presenza per lungo tempo. Forse non ero in grado di comprendere la tua importanza. O semplicemente non ero in grado di accorgermi che eri molto più di quello che mi descrivevano e mi dicevano di te. 

Da bambina iniziavo a disegnarti nei miei diari di scuola: eri cosi stilizzato, mai eccessivamente gonfio. Ti mettevo vicino ai nomi. In tanti bambini lo facevano. Un po' ce lo insegnavano, di usarti per esprimere l’amore per la mamma, il tuo compagno di scuola, per i nonni. 

Negli oggetti per bambini eri disegnato dappertutto. Anche sulle magliette che mi costringevano a portare. 

Non è che mi piacesse disegnarti dappertutto, quasi si abusava del tuo simbolismo. Mi è sempre sembrato banale, riduttivo, a volte costrittivo. Ma che significava in fondo? Ho sempre pensato che fosse eccessivo. Di sicuro non amavo tutti, anzi ero piuttosto rabbiosa da piccolina e avrei voluto stare spesso da sola piuttosto che condividere momenti con altre bambine. 

Spesso ti associavano ad altre persone. Eri presente nei rapporti con gli altri, come se a farti sentire vivo fosse solo la presenza di qualcun'altro che in qualche modo mi faceva scattare delle emozioni. 

Insomma c’eri tu e le emozioni. E andavi via sempre di pari passo con loro. 
C’era una sorta di armonia e di felicità quando riuscivi a farti spazio nei gesti quotidiani e nelle azioni. C’era un varco per permettere di rimanere in sintonia con il tutto quando sentivo che le emozioni erano sotto controllo.

Piano piano ti ho integrato nei miei gesti quotidiani. Crescendo ho compreso un po' meglio che cosa significava averti al centro della mia esistenza. Ho compreso che tante volte, le scelte venivano fatte con degli schemi mentali e logici che andavano a inciampare con i sogni e i desideri. 

D’altronde l’adulto non può fare scelte fuori luogo e non coerenti con il programma di studi, con la famiglia d’origine, con l’ambiente, con gli amici che condizionano. 

Pensavo di aver capito tutto su di te quando ho iniziato ad innamorarmi. Non saprei bene descrivere cosa provavo quando mi capitava di cadere nelle relazioni di coppia. Credo che inizialmente ho dato poca importanza alla tua vibrazione.  All’inizio non credo di averti sentito battere forte o più intensamente. Forse era più una concatenazione di sensazioni. 
Ed eccole ancora lì le emozioni, dettate dalla fase ormonale, dalla crescita, dalla voglia di sentire un abbraccio o dal sentirsi ormai autonomo e proiettato nel domani … famiglia, figli, stabilità. 

Solo in seguito con le prime ferite, con le prime botte e le prime delusioni, forse ho sentito che c’eri davvero. Avevo come la sensazione che non fossi più presente dentro di me. Che te ne fossi andato, dimenticato sul marciapiede del parco in una notte stellata quando mi hanno detto che non mi amavano più e che potevano fare a meno di me. 

Non sapevo riconoscere se ero io a piangere dalla delusione o eri tu che mi costringevi a manifestare le mie pene, perché cosi si deve fare. Anche lì, con il tempo ho capito che non eri tu, ma si metteva in atto la tragedia per buttare fuori qualche mostro che risiede nella testa e che non trova altra via che aggrapparsi a l’unica cosa che c’era e che ora non c’è più. 

Tu eri molto più forte, molto più dentro, sicuramente al centro. 

Mi sono innamorata poi, davvero sai. Questa volta c’eri anche tu, che eri contento di essere li e che, quel periodo di vita che abbiamo fatto insieme, sei stato ascoltato e compreso. Poi chissà perché qualcosa cambia. SI cresce, si sbaglia, si va oltre. 

Da quegli impulsi ho trovato anche il modo per parlarti. 

Per raccontarti di me, come se tu non fossi in grado di sapere già chi sono e come prendo le mie decisioni. Avevo questa sensazione costante che tu mi stessi ascoltando. Sei molto più forte. Osservando le tue reazioni capivo che eri stato in grado di ricucire le ferite molto più velocemente di me e che tutto quello che si manifestava fuori non era altro che dispersione di energia. Avrei dovuto solo prendere un certo distacco da  me e permettermi di prendere il volo. Se stavo lì dentro, al centro con te, c’avrei messo molto meno tempo a riemergere. 

Il dolore aveva colpito entrambi. Tu avevi già capito come rialzarti e imparare , avevi già colto come fare per voltare pagina, sapevi osservare il tuo dolore e conviverci. 

Forse ero io, con la mia mente che aggrappa le cose, a voler cambiare ciò che non era più possibile cambiare, stravolgere le decisioni che ormai avevo già fatto, ripiegare in altro modo, per non bruciarmi . 

Ma forse dovevo passare da li per crescere ancora. La mia mente doveva di nuovo mostrarsi vulnerabile e in balia di ciò che era… Ora quando parlo con te mi rendo conto che mi ero immobilizzata nell’ottusità, incapace di voltare lo sguardo e passare altrove. 

Con il tempo ho imparato sai…  cercavo di ascoltarti e andavo a rifugiarmi nel mio tempio. Poteva essere la mia stanza da letto oppure la salita nel bosco dietro casa. Poteva essere una corsa in bicicletta per fare in modo che il vento portasse via i pensieri e portasse via la pelle con cui confinavo la vita. Poteva anche essere un libro dove emozionarmi tra le righe di un lieto fine che non mi apparteneva. 

So che ti ho incontrato proprio quando meno me l’aspettavo. Ti sei fatto sentire quando forse non potevo avere e percepire altro suono se non il tuo. 
Ci sono momenti in cui, anche se ero nella moltitudine della tempesta in cui tutto mi travolgeva, se mi mettevo davvero nel centro sentivo solo te. 

 E tu mi dicevi "Ci sei, Sei nel posto giusto". Oppure "vai via, qui non c’è posto per te !"

Ancora la conoscenza di te non è completa. Fino a poco tempo fa continuavo ad associarti alle persone. A qualcuno. Eppure sei così grande che non puoi essere solo li. 

Ho capito in seguito che in realtà eri in tutto, contenuto in tutto, contenuto in tutti. 

Ho capito che non sei stato costruito solo per dirigerci verso qualcosa che ci porta fuori da noi. Ma sei stato appoggiato nel centro perché la direzione che tutti dovremmo prendere è quella di scavare nel profondo. 

Solo ora, dopo che l’esperienza della vita mi ha portato in varie prospettive mi accorgo che essere in pace con te significa incontrare l’anima. 

La morte è venuta a farci visita anche nei rapporti intimi famigliari ed è diventata protagonista nell'esperienza terrena da adulta. Ha iniziato a portare via le vite su questo piano esistenziale e mi ha costretto a chiedermi dove sta l’impulso che porta la vita. Difficilmente ho trovato le risposte nei tuoi disegni nel diario. Le ho trovate quando ero dentro di me. 

Ho capito che la ricerca di te mi mette in connessione con me. 
L’ ho fatto mettendo a tacere la mente: la logica della vita fatta secondo criteri dettati da altri non porta alla realizzazione del mio Io. 

"Ascolta il tuo cuore" mi hanno sempre detto. Quante poche volte l’ho fatto.?? Come si fa a distinguere il cuore dalle emozioni, dalla paura, dagli istinti. 

"Apri il tuo cuore", ma cosa significa? Se poi quando ti apri sei cosi vulnerabile, criticabile, suscettibile di attaccamenti e di congetture. 
Aprire gli orizzonti significa affrontare le cose di petto. 

Eccoti dunque cuore, ad insegnarmi come fare a mettere prima di tutto davanti te a gestirmi la vita. 
Lo so che le decisioni, i miei no, la strada da percorrere, devo scegliere io. 

Ma mi impegno, te lo prometto, a metterti al centro, oscillando tra un dare e un avere, tra un ricevere e un donare. Osservo se stai battendo forte, ti chiedo se hai paura, ti sorreggo se sei ferito. Posso restare immobile e concentrarmi su di te. 

Mi piace pensare che quando è ora di prendere le redini del sentire, faccio respirare te cuore. 

Apro bene il petto, appoggio le mani nella preghiera esattamente dove sei tu e sento che vibri. 
Tienimi viva, tienimi qui, tienimi ancorata al mio sacro. 

I FERMENTATI: come prepararli 

Created with Sketch.

Il 28 marzo 2023 abbiamo avuto il piacere di parlere di alimenti che negli ultimi anni stanno ritornando di moda: i fermentati!
Il loro studio mi ha fatto capire che tutto  intorno a noi c'è vita, e che anche il nostro corpo è un ecosistema perfetto in cui tutto funziona in modo efficiente solo quando è popolato da diverse specie di microorganismi che collaborano insieme.
La fermentazione spontanea ci permette di incorporare la natura selvatica per divenire una sola cosa con il mondo naturale.
Noi non possiamo vivere senza di loro!
La nostra cultura è terrorizzata dai germi e ossessionata dall'igiene: utilizziamo sempre più saponi antibatterici che abbattono tutti i tipi di batteri, anche quelli "buoni".

Siamo così sicuri che ci stiamo ammalando di meno? Oppure ci stiamo separando dalla vera natura?
Se facciamo entrare nel nostro organismo le popolazioni microbiche "buone" con la nostra dieta,
noi miglioriamo e rinforziamo il nostro ambiente interno!
Insieme al gruppo abbiamo imparato come si preparano:
- Crauti
- Giardiniere
- Limoni fermentati
- Ginger beer
- Dosa, la piadina di lenticchie
Se sei interessato ai nostri prossimi incontri di CUCINA iscriviti al nostro canale Telegram per rimanere aggiornato HOMEasy cooking 

 VIA degli DEI con il MOVINGHOTEL: marzo 2023 

Created with Sketch.

Un cammino collaudato: lo abbiamo sperimentato lo scorso anno, abbiamo cercato le strade migliori per poter passare agevolamente con i motorhome, abbiamo studiato dove fermarci, dove fare lo scarico delle acque scure e rifornire le cisterne. Abbiamo imparato a conoscere i luoghi e ad scambiare due parole con gli abitanti dei vari paesi che attraversiamo. Alcuni ci hanno riconosciuto "siete quelli dello scorso anno!!".
Abbiamo portato qualche miglioria e abbiamo cercato di dare qualche servizio in più , come venire in stazione dei treni a Bologna per recuperare i bagagli. 
E poi quest'anno l'arrivo a Fiesole non ci disturba più....
5 giorni, 4 notti. Tappe più o meno faticose, ma sempre cariche di grande entusiasmo per chi affronta il Cammino... 
1°tappa: Bologna - Badolo
2° tappa: Badolo - Madonna dei Fornelli
3° tappa: Madonna dei Fornelli - Monte di Fò
4° tappa: Monte di Fò - San Piero a Sieve
5° tappa: San Piero a Sieve - Fiesole
Torni rinnovato, cambiato, trasformato. Qualcuno con qualcosa in più nello zaino, qualcuno con le valige vuote.
Se anche tu desideri sperimentare questo modo di viaggiare, contattaci. 

EQUINOZIO di PRIMAVERA: marzo 2023, il cambio è in atto

Created with Sketch.

Guardiamo alto nell'alto dei  Cieli: se possiamo ancora meravigliarci del Mondo e del suo equilibrio armonico, in queste settimane accadono potenti rivoluzioni.

Domani inizia la Primavera , dettata da un equilibrio tra il Giorno e la Notte. Il giorno dedicato alla Dea Ostara segna l'inizio del nuovo anno astrologico, la rinascita, nuova vita, nuova speranza, rinnovamento.

Lo fa con una speciale luce, quella della Luna Nuova in Ariete : c è da raccogliere le nostre più profonde energie per portare nel concreto le nostre piccole e grandi rivoluzioni. 

Che cosa vogliamo creare?

 In quale Mondo vogliamo vivere?

Rispondiamo alla domanda e agiamo.

Ci verrà in aiuto la responsabilità e la concretezza di Saturno, da poco entrato in Pesci, a togliere le illusioni di ciò che non è per dare forza e progettualità a ciò che è vero per noi e per tutta l umanità.

Ci verrà in aiuto Plutone, il potere personale, che entra dopo 250 anni, nel segno della Acquario, segno della collettività, che permetterà di fare grandi passi avanti in qualcosa di nuovo mai sperimentato.

Non importa che crediate o meno a queste energie che stanno sopra le nostre teste.

Ciò che conta davvero è per un attimo fermarsi, leggere, ascoltare le sensazioni che stanno nel nostro più intimo Io.

Farsi qualche domanda che richiede un po' di profondità personale per trovare la risposta.

Magari questi spunti planetari ci aiutano a mettere a fuoco,a fare chiarezza e a varcare le soglie dell'unicità. 

Sarà curioso ritrovarsi rinnovati, rigenerati, in un certo senso fare i conti con un nuovo Io.

Non restiamo in superficie.

È davvero un tempo speciale. 

Andiamo a cercare l'armonia del tutto con le grinta e la fermezza del  guerriero.

Il primo atto del nuovo tempo inizia ora! 

i PESTI: il primo incontro dei nuovi corsi di cucina 2023

Created with Sketch.

La serata dedicata ai PESTI si è colorata di tante emozioni!

Grazie a tutti i partecipanti che hanno tirato fuori dal cassetto della nonna il mixer ad immersione e hanno creato i loro pesti, ideali per condimenti, sughi, contorno dei piatti... Insomma, ieri sera  sono emerse tante idee sfiziose.

Se guardi bene nelle foto pubblicate sui social trovi una ricetta già pronta. Prova a farla anche tu! Mentre la ricetta della maionese vegana, bhe quella rimane un segreto svelato solo a chi ha partecipato al corso.

Sei curios* di sapere il programma dei nostri prossimi incontri?

Iscriviti al canale Telegram per tutte le info

https://t.me/HOMEasycooking

Oppure contatta Davide Ambrosi al 

340 3993313 

27 febbraio '23: il periodo runico di TEIWAZ

Created with Sketch.

Il percorso Runico ci inviata a riflettere sull'energia di Teiwaz : rappresenta la costruzione del Regno , nonchè la Stella Polare nel cielo che segna la direzione. L'inverno ormai è dietro di noi, le scelte da compiere sono ormai mature. Rinuncia alla tua individualità e esci allo scoperto per il bene comune. Siamo davanti a bivi importanti. Usa la tua fermezza , la tua stabilità . Sii giusto e onesto . Prenditi le responsabilità e costruisci il miglior Regno possibile.
 Qual'è il Regno? E' il Corpo, l'Anima, la Vita. Proteggiamo noi stessi ma allo stesso diventiamo esempio per gli altri. Mostriamo il nostro coraggio , la nostra audacia e mettiamola al servizio di tutti. Teniamo duro! Ci siamo quasi. I fiori stanno per germogliare.🌸🌷💐🌾🌺 

LUNA NUOVA, NOTTE di STELLE 

Created with Sketch.

Luna Nera, Luna Altra
Luna Nera, Luna Oscura, Luna Numinosa, Luna Assenza.
Luna delle notti Stellate
Luna Sposa, si congiunge alla sua Fonte nella sua dimora diurna e in essa si cela.
Luna Invisibile, vuota, Luna del Mistero e del Buio.
La Luna Altra, l'Ombra.
Splendida è la notte celeste di velluto e stelle, che fa aprire gli occhi di meraviglia. E' notte di cielo da guardare nel buio assoluto. 
E' notte che apre all'infinito, che manifesta l'ampiezza incommensurabile dell'universo, notte che dilata.
La Luna, Signora della notte, non appare, con il suo Vuoto permette l'apertura all'Immenso Spazio stellato.
A termine del periodo calante, ora, quando davvero tutto quanto andava lasciato andare è stato lasciato andare, al buio si è fatto spazio, al vuoto ci siamo aperti. 
Abbiamo lasciato allontanarsi i riflessi dei piccoli ego e ci siamo lasciati attraversare da quelli dei molti nostri passati, vicini come lontanissimi, in atri tempi, in altre ere.
Immensi spazi si aprono qui.
Molteplici possibilità si aprono, qui.
Ci permettiamo il vuoto di ego, lasciamo cadere le maschere con cui ci facciamo visibili agli altri e, con la Luna, ci offriamo al Niente. Ci apriamo allo Spazio.
Al centro del Passaggio, possiamo sfiorare il centro assoluto di noi stessi proprio in questo non andare, non cercare, non apparire. Quel baricentro magnetico, puro, opaco.
Ci lasciamo avvolgere dal silenzio, dalla solitudine.
Ci riavvolgiamo, a spirale, raccogliamo le forze, ci diamo riposo, per rinascere.
E poi, improvvisamente, siamo già oltre, eccola, lì, sottilissima falce, la luna nuovissima in cielo... luna neonata, speranza di luce, di crescita, di future abbondanze...
Tratto da "Il Cerchio della Luna" 

DIALOGO tra gli ALBERI e Le STELLE 

Created with Sketch.

La settimana scorsa, insieme al gruppo Guide di Equipe Natura Guide ho avuto il piacere di accompagnare una ciaspolata notturna per ammirare la luna piena di febbraio.

Una persona mi ha scritto in privato

"Sei riuscita a trasmettere il tuo amore per la natura anche a noi, dandole un tocco di magia. Mi hai incuriosita."

Dico GRAZIE ogni volta che ho la possibilità di meravigliarmi e ammirare la forza e l'equilibrio di questi ambienti.

Dico GRAZIE a tutti quelli che colgono, nelle mie parole, uno stimolo, un rispetto, un pensiero che possa toccare il cuore dell'anima. Spero sempre di lasciare un piccolo seme di commozione davanti a tanta bellezza.

La prossima occasione per passare un po' di tempo insieme sarà

DOMENICA 19 FEBBRAIO ORE 15,30

LESSINIA

Ci stupiremo dei colori che precedono la notte e faremo compagnia agli animaletti che escono dalle tane quando viene il buio.

Insieme al mio collega Franco Fiorentini  vi condurremo nel bosco a cercare la vita.

Sarà Luna Nuova ... Magari spendiamo due parole anche su questa energia.

E poi le Stelle ci indicheranno il cammino.
Info al 348 5817350 

1 FEBBRAIO: IMBOLC e CANDELORA 

Created with Sketch.

1 febbraio: IMBOLC, Festa della Purificazione. 
Per il celti sono giorni in cui 🔥il fuoco sacro rimaneva acceso 
🕯️per allontanare l'inverno, 
🕯️per il rinnovamento della luce, 
🕯️per portare il calore della guarigione.

🌱Giorno della BETULLA, albero degli inizi, albero pioniere, l'albero capace di rigermogliare e far ripartire la vita anche quando l'ambiente intorno è arido e immutato. La sua corteccia bianca illumina, splende, ridona il coraggio di ripartire.
Il fiore simbolo è il BUCANEVE, che con la sua forza sa rompere gli strati di ghiaccio che hanno bloccato la fioritura ed emerge verso il Sole, caldo e luminoso.

🐺🐻 potrebbero apparirvi LUPI e ORSI in sogno a segnarvi la strada della conoscenza, della saggezza. Portano intuizioni per i vostri prossimi passi e ti ricordano di rimanere fedeli alla propria anima.

⏱️prendetevi un pò di tempo oggi o domani (festa della Candelora, festa delle candele) per riorganizzare la casa, magari accendete un incenso, annaffiate le piante. Stasera accendete una candela che possa bruciare tutta la notte. 

🪄Focalizzatevi su un piccolo o grande desiderio, date vita a un'idea nuova, fantasticate su un nuovo progetto, aprite i pensieri, portate benedizioni ai vostri semi interiori.

La primavera è già dentro. Facciamola emergere. 

YOGA e ASTROLOGIA si incontrano: 

proposta febbraio 2023

Created with Sketch.

Le PORTE ANTICHE dell'UNIVERSO:  meditazione e astrologia si incontrano


Lo sapevi che ad ogni dito corrisponde un Pianeta?

I mudra, i gesti antichi dello yoga, canalizzano il flusso dell’energia tra mente, corpo e spirito.

Con la pressione di un punto specifico delle dita, il messaggio intrinseco del pianeta si esprime.

Abbiamo organizzato tre incontri  a Verona, presso Spazio Shunya nei quali avremo modo di capire meglio come funzionano i mudra e di sperimentare delle meditazioni specifiche.
 

Avremo modo di sperimentare insieme e:

  • comprendere come la meditazione agisce sullo stato d’animo.
  • portare calma ed equilibrio interiore con semplici tecniche meditative adatte a tutti
  • avere una visione più chiara dei prossimi passi da compiere migliorare l’intuizione 


La nostra esperta e preziosa Astrologa, @Stefania Marchesini ci accompagnerà nel viaggio dei Pianeti, con tutte le loro sfaccettature, potenzialità ed energie. 

Non è scontato trovare un corso che tratta questi temi in maniera cosi approfondita.

4 febbraio - 18 febbraio - 4 marzo 2023

3 incontri Sabato mattina della durata di oltre 3 ore per unire lo YOGA delle MANI (MUDRA) con l'ASTROLOGIA

Ti accorgerai che, dopo questi incontri, l'Universo è a portata di mano 

Anno 2023: che energia porta con sè

Created with Sketch.

Anno legato alla Verità, alla Spiritualità, alla Ricerca 

Che cosa significa? 

Verità= dissolvi l’illusione. La Luce arriva per ricordarti di essere Luce. E’ un tempo per ESSERCI, per SOLLEVARCI dal crepitio del Mondo che inizia a mostrare le sue debolezze e le sue menzogne. 

La Verità ti chiederà di scegliere da che parte stare. Avremo con noi l’aiuto di GIOVE. Le strade saranno due, una evolutiva e una restauratrice. La scelta che farai ti porterà ad abbandonare le attività ordinarie che ti allontanano dalla Verità per seguire la nuova strada, la nuova età dell’ORO 

 

RICERCA= Sarà un anno di crisi, ci verrà chiesto di abbandonare il mondo antico in cui non c’è più nulla da fare e di spaziare in altre forme. Sarà scoperta, nuova ricostruzione, ripartendo da nuove basi. La tecnologia ci aiuterà. Nuove scoperte in vari campi ci renderanno più facile la comprensione di ciò che dobbiamo stravolgere per andare oltre. Non accetteremo più limitazioni e compromessi. 

Ecco perché è importante rimanere centrati e fermi sui nostri valori. 

Il Focus sarà su cosa vogliamo e non su cosa ci manca. 

 

SPIRITUALITA’. Sarà un anno in cui impareremo a toccare i corpi sottili. Affineremo le nostre capacità di dare ascolto alle nostre percezioni per vedere le opportunità che fino ad ora non siamo riusciti a vedere. 

Affidatevi al vostro senso senso per riconoscere chi sono le vostre vere guide, chi vi sta portando il vero con amore. Ci saranno molte false guide, molti corsi, molte proposte di crescita personali, attenzione a distinguere chi lo fa unicamente per il business 

Sarà come ricevere doni dal cielo e ci verrà richiesto di rivolgerci al divino e alla magia in ognuno di noi. 

 

CI sarà data la possibilità di andare nel mondo dei sogni perché il mondo dei sogni è a portata di mano. 

Il compito è di portare il divino, lo spirito nella materia, nel concreto. 

 

Il 7 nella lettura dei numeri è il CARRO: rumore di cavalli, zoccoli, odore di erba schiacciata, polvere che si alza. Trasporta il Guerriero cosmico che porta con sé la Verità. Lascerà una nuova impronta, una nuova direzione. Lo Spirito prende corpo e porta in terra il Sacro. 

 

Il 7 è anche simbolicamente associato al SAGGIO ovvero colui che riesce a prendersi il tempo per smascherare ciò che è veritiero e affidabile. E’ nutrito dalla pazienza e dall ascolto delle intuizioni, della lettura del campo per vedere oltre. E’ il grande Rivelatore. 

 

Come intuire cos’è un corpo sottile. Immaginate un pesce. Lui non sa di essere avvolto nell’elemento Acqua. Non ne è a conoscenza finché non lo portano fuori dall’acqua. Allora capisce. Allora si rende conto di cos’è e della forza, importanza dell’elemento che lo circonda. 

Il compito nella vita è quella di fare esperienza, a volte anche passando dalla sofferenza, per incarnare tutti i nostri corpi sottili e percepire che siamo UNO legati al grande UNO. 

 

Si lavorerà molto sul 1°chakra, le radici, sui reni che rappresentano la volontà 

E si lavorarà molto sul numero 7, l’Aura, il corpo sottile, il campo elettromagnetico 

Ci aiuterà a combattere e allontanare le situazioni di stress e di staticità. Urano ci porterà a trovare una nuova stabilità, non soltanto economica. 

E lavoreremo sul 5 il corpo fisico. La densità del tutto per Portare in Terra, nella Terra, sulla Terra. E’ tempo di portare avanti il NON FATTO o ciò che ci è stato NEGATO. E’ il numero dell’esperienza. Fate esperienze stando però sempre molto attenti a non essere impulsivi. Ognuno di noi sarà chiamato a scalare la propria personale Montagna. Oltre, avremo acquisito una nuova visione, una nuova prospettiva. 

6 gennaio 2023: Epifania

Created with Sketch.

Epifania=manifestazione della scintilla divina.
Manifestazione della Luce associata alla Luna. E quest' anno si sposa a pennello con la Luna piena in Cancro di domani. Arriverà la fiamma a dare senso al buio. Rivelazioni e parti di noi emergeranno dal profondo per imparare chi siamo.
La Befana elargisce doni per l'anno appena passato, come a ringraziare di ciò che è stato.
I Re Magi portano doni per omaggiare il divino che si fa umano. Da domani si guarda al futuro... Integrando il nostro stato fisico e terreno allo stato spirituale divino che risiede nel profondo Io.
Fate cadere le bende dagli occhi che vi hanno impedito di guardare dentro voi stessi e datevi la possibilità di vedere oltre. Le intuizioni arriveranno con l'ascolto delle vostre intime vibrazioni.
Io sono. Io sono chi sono.

Vi lascio questo link per chi vuole approfondire.

https://samyadeicolori.it/il-simbolismo-della-befana-e-dei-re-magi/creative/#:~:text=I%20re%20Magi%20rappresentano%20un,%2C%20matematica%2C%20alchimia%20e%20medicina

21 dicembre '22: SOLSTIZIO d'INVERNO 

Created with Sketch.

Sol-stizio (il fermarsi del sole_ )... 

Il sole ferma la sua caduta oltre all'orizzonte, nel mondo delle tenerbe...

Quando orami sembra irrefrenabile la continua discesa verso le ombre, ecco che la Luce trova la forza di arrestarsi, di non decadere, di non arrendersi e ricomincia la lenta risalita nell'alto dei cieli.

La Luce c'è . 

L inverno, l'introspezione, le forze che guardano all'interno devono ancora regnare per alcuni mesi, ma forti e fiduciosi nella rinascita che avanza.

Illuminate le vostri intenzioni più pure e più utili per il vostro cammino.

Date forza e sostegno ai piccoli progetti che giacciono nei vostri cuori 

Abbiate cura di loro, con preghiera, meditazioni, respiri profondi, magari un mantra cantato... 

Germoglieranno .

Buoni giorni di festa. E tenete accesa la luce 

8 dicembre '22: Luna piena in Gemelli

Created with Sketch.

Se avete occasione, stasera osservate un attimo la Luna. 

È L'ULTIMA LUNA PIENA dell'anno.

Illumina i passi fatti nel 2022 e vi chiede di riflettere su come avete espresso il vostro sentire durante l'anno. 

Allo stesso tempo chiede di illuminare il futuro, di pensare ai nuovi semi, di scegliere con attenzione dove dirigere le forze. 

È tempo di fare piccoli e grandi cambiamenti con l'unico scopo di portare la vostra anima a fare cose nuove, innovative, creative.

FATE CADERE LE ULTIME FOGLIE SUI RAMI: comunicate il vostro dolore, rompete i rapporti che non vi nutrono, esprimete il meglio di voi.

La Luna porterà chiarezza nel vostro parlare e la realtà manifesta assumerà nuovi colori. 

Buoni giorni. 

CORSO di CUCINA: tre date a Novembre 2022

Created with Sketch.

Novembre 2022
Riparte il nostro CORSO di CUCINA
H-OM-E easy COOKING: cucinare in modo semplice e sano.

Niente di troppo sofisticato, di troppo ricercato, di esageratamente lungo da preparare.
Una cucina fatta per tutti, anche per i meno esperti.
Una cucina per chi ha poco tempo, ma non vuole rinunciare alla qualità del cibo.
Una cucina per comprendere che è proprio nella semplicità dei piatti che si cela il benessere, l'equilibrio e l'armonia di una vita sana e di cura personale.


Davide ci insegnerà 5 ricette in ogni lezione e le gusteremo insieme.
Avremo sempre un ospite con noi, per rendere queste serate un momento di apprendimento e di conoscenza del cibo, ma anche un momento per approfondire qualche curiosità.

E scopriremo insieme, che per farsi un buon piatto nutriente, sano, appetitoso, energetico e gustoso, non è necessario essere dei grandi chef (tranne Davide)

Non mancheranno spunti di riflessione sul cibo come nutrimento energetico del corpo, della mente e dello spirito.

Vi asepttiamo per questi tre appuntamenti:
CEREALI: i frutti della vita - 15 novembre 
LEGUMI: i semi della forza vitale - 22 novembre 
VERDURE: fibre che ci sostengono - 29 novembre 

Inizio delle lezioni ore 19 della durata di circa 3 h 30.
Le lezioni sono confermate con minimo 5 partecipanti.
La prenotazione è obbligatoria, almeno 3 giorni prima della lezione. Possibilità di partecipare alla singola lezione.

Contributo richiesto:
1 lezione: 48 euro
 2 lezioni: 90 euro
 3 lezioni: 130 euro

Ci ospiterà un luogo magico: il Tirtha è un Centro Culturale si trova in via Tremolè 18/a a Pescantina. 

:phone:Per qualsiasi dubbio o informazione contattaci telefondando a Davide 340 399 3313 oppure invia una mail a [email protected] 

l'ADDORMENTARSI della NATURA: evento al Ponte Veja (VR) 31 ottobre -1 novembre


Created with Sketch.

31 ottobre- 1 novembre 2022
L'ADDORMENTARSI della NATURA: 
celebriamo il Capodanno Celtico nei boschi.
Tutto ciò che accade fuori di te è uno specchio della tua interiorità. Ti sta mostrando la via per arricchirti sempre più. 
Cambia il tuo modo di pensare alla vita, cambia il modo in cui ti descrivi, cambia il tuo punto di vista.
Vola alto con la tua mente: cerca il simbolo, cerca ispirazione, cerca la risposta attraverso la percezione.
Rispetta ciò che senti, celebralo, innalzalo. 
Ogni emozione è sacra: se riesci ad intravederne anche un minimo di ricchezza il resto verrà da sé. Avrai così occhi nuovi, in grado di vedere oltre a qualsiasi muro. Sono gli occhi della tua anima.
🗓31 OTTOBRE: ritrovo ore 18,30. Inizio rituale ore 19. Accenderemo il fuoco e i suoni del tamburo ci accompagneranno in una pratica che ci aiuterà a far cadere le nostre foglie e liberare la nostra essenza. Una breve camminata nel bosco ci riporterà al luogo di partenza.
Possibilità, per chi vuole, di cenare alla Trattoria Ponte di Veja 
🗓1 NOVEMBRE: partenza ore 9,30 per una camminata nel bosco della durata di circa 5 ore (comprese le soste). Durante il percorso sperimenteremo varie pratiche di connessione con la Natura.
Quando ci sintonizziamo profondamente con essa e impariamo ad ascoltare la sua voce, a guardare con stupore ogni cambiamento che avviene, impariamo a conoscere meglio anche noi stessi.
Ci guiderà Sara Nature Life Coach 
Il pranzo è al sacco.

Per chi fa le due giornate vi è anche la possibilità di vivere completamente l'esperienza dormendo nel nostro ostello su ruote: il Movinghotel è dotato di 12 posti letto e due docce calde!

Possibilità di partecipare alle singole attività.